La Fibra non nutre, ma d salute a tutto il corpo.

Si tratta di residui dei vegetali resistenti ai nostri enzimi digestivi. Sono indispensabili per il buon funzionamento dellintestino, per contenere i picchi glicemici ed il colesterolo. Si trovano in frutta, verdura e cereali integrali.

Ormai lo sanno tutti, seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, che favorisca gli alimenti vegetali come la nostra “vecchia” dieta mediterranea, ci aiuta a contenere il rischio di malattia.Uno degli elementi protettivi caratteristici di una dieta preventiva è la fibra alimentare, ovvero i residui dei vegetali commestibili che sono resistenti ai nostri enzimi digestivi.

Ci sono diversi tipi di fibra: la solubile è costituita da molecole che hanno un’elevata capacità di legare l’acqua e nell’intestino formano una sorta di gel. A livello del colon, la fibra solubile viene fermentata ad opera della microflora batterica intestinale e qui si formano particolari acidi grassi che hanno azione antinfiammatoria. Le fibre solubili si trovano in legumi, frutta e verdura.

Invece la fibra insolubile, che si trova soprattutto nei cereali integrali, dopo aver raggiunto intatta il colon, mediante diversi meccanismi stimola la velocità di transito intestinale. Inoltre influisce sul senso di sazietà (ci fa sentire pieni senza introdurre troppe calorie),nutre i nostri batteri buoni e la ricerca scientifica ha dimostrato che svolge un ruolo preventivo nei confronti dei tumori al colon.

Tornando alla fibra solubile, agisce in modo che l’acqua trattenuta, diluisca eventuali sostanze tossiche. Altro effetto positivo è quello di ridurre i picchi glicemici (la concentrazione di zuccheri nel sangue) dopo i pasti, limitando così la produzione dell’insulina, ormone che se “iperstimolato”, contribuisce all’accumulo di grasso e ai processi infiammatori.

Dove troviamo la fibra?In tutta la frutta, la verdura, nei cereali integrali e nei legumi, ma anche nella frutta secca, nei semi e nei funghi.

Herbalife dispone di due integratori che sostengono il raggiungimento del fabbisogno di fibre quotidiano:

Multifibre Bevanda alla mela e Multifibre Compresse.

Ma c’è qualcuno a cui non fa bene? Chi soffre di malattie infiammatorie intestinali, i bambini nella prima infanzia e le persone anziane con poco appetito devono stare un po’ più attente a non esagerare con le fibre, soprattutto quella insolubile, perchè potrebbe irritare o interferire con un’adeguata assunzione di nutrienti.

< Fondazione Umberto Veronesi News- n.4 2017>

Condividi:

Altre news: